SEI IN > VIVERE COSENZA > SPETTACOLI
articolo

Sold out al Teatro Garden di Rende! Un trionfo di arte e solidarietà

2' di lettura
262

Sotto la direzione artistica di Alfredo De Luca, lo spettacolo di Lino Guanciale, "Non svegliate lo spettatore", ispirato alla vita di Ennio Flaiano e curato dalla regia di Davide Cavuti, ha riscosso un successo travolgente.

Ma non si tratta solo di un evento teatrale di grande valore artistico, bensì di un'iniziativa a sostegno della Fondazione Lene Thun che si dedica a offrire attività di volontariato e laboratori di ceramica-terapia ai bambini dei reparti di Oncologia Pediatrica di tutta Italia. La serata specifica, per l'Ospedale Annunziata di Cosenza è stata organizzata con un nobile scopo: dimostrare che donare è più di un regalo.

Nel buio e nel silenzio assordante della sala, l'atmosfera si fa carica di attesa. L'udito si acuisce, e le pupille si dilatano, pronte a cogliere ogni sfumatura di emozione. La luce soffusa dall'alto illumina un corpo che pende su una sedia, un uomo stanco, annoiato o forse sognatore, che attende il risveglio da una voce sicura, amica. Si svegli Sebastiano, e così, con un breve prologo shakespeariano, ha inizio lo spettacolo.

Il cammino di un'Italia dalla metà degli anni '40 fino alla Dolce Vita viene ritagliato come un intermezzo di vita, una parentesi in cui la poesia si fa protagonista. Attraverso il racconto delle vicende di Ennio Flaiano, il pubblico viene guidato in un viaggio affascinante, ricco di emozioni e riflessioni sulla condizione umana.

Coraggio, il meglio è passato, come direbbe Ennio. Questa frase, che ci lascia pensare, diventa un invito a non lasciarsi abbattere dalle difficoltà della vita, ma a guardare al passato con gratitudine e trarne insegnamenti. Ennio Flaiano, figura poliedrica e geniale della cultura italiana, ci ha insegnato che l'arte e la creatività possono essere strumenti potenti per affrontare le avversità e trovare la bellezza anche nelle situazioni più complesse.

Lo spettacolo di Lino Guanciale, attraverso la sua interpretazione magistrale, ci restituisce un ritratto intimo di Flaiano, offrendoci uno sguardo privilegiato sulla sua anima e sulle sue opere.

La parola serve a nascondere il pensiero, il pensiero a nascondere la verità. E la verità fulmina chi osa guardarla in faccia - Ennio Flaiano





Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2023 alle 11:49 sul giornale del 31 maggio 2023 - 262 letture






qrcode